IN this section


Advent raccoglie un fondo da €6.6 miliardi ($ 10.4 miliardi)

Find News


7 aprile 2008

• Il più grande fondo specializzato in operazioni di buyout nel mid-market mai raccolto
• Advent mantiene il focus su operazioni di “upper mid-market”
• Conferma il successo della strategia di Advent focalizzata sulla creazione di valore tramite crescita della redditività, particolarmente importante nell’attuale fase di turbolenza dei mercati

Advent International, una delle maggiori società globali di private equity con sedi in 15 Paesi, ha annunciato oggi la chiusura della raccolta del proprio sesto fondo globale di buyout con un hard cap di €6,6 miliardi ($10,4 miliardi).

Il fondo, GPE VI, è il maggiore fondo buyout di mid-market mai raccolto, il nono in assoluto¹ ed il più grande mai raccolto da Advent. Come il precedente fondo GPE V, che raccolse €2,5 miliardi nel 2005, il nuovo fondo conferma la strategia di investimento in società nella fascia superiore del mid-market, principalmente in Europa e Nord America. Il fondo realizzerà circa 30/35 investimenti, focalizzandosi su aziende con un Enterprise Value tra i €200 milioni e €1 miliardo, e occasionalmente di valore superiore.

GPE VI ha ricevuto richieste di sottoscrizione decisamente superiori al target iniziale di capitalizzazione di €5 miliardi, superato di oltre il 30%, e ha raccolto l’interesse degli investitori per oltre €10 miliardi. Complessivamente, il capitale raccolto da Advent dalla propria fondazione supera $23 miliardi, consolidando il posizionamento della società come leader globale nel mercato del “mid-market buyout”.

Commentando la chiusura della raccolta del GPE VI, Bruce Barclay, il Managing Director di Advent che ha diretto la raccolta del fondo, ha dichiarato: “Siamo estremamente soddisfatti del significativo supporto ricevuto sia dagli investitori già esistenti che da quelli nuovi e per la velocità del processo. Abbiamo raggiunto questo risultato malgrado le turbolenze del mercato del debito e la crisi dei mercati azionari, che stanno preoccupando alcuni investitori e frenando la raccolta di altri fondi. In realtà abbiamo portato a termine un primo closing il 12 marzo e quindi atteso qualche settimana per alcuni investitori il cui anno fiscale inizia ad aprile”.

GPE VI sarà gestito da un team di 69 professionisti in Europa occidentale e Nord America, e beneficerà del supporto di circa 50 professionisti in Europa centrale e dell’Est, America Latina e Giappone. Complessivamente, quello di Advent è il più numeroso team globale dedicato a operazioni di buyout nel mid-market.

Il fondo si focalizzerà su tre principali tipologie di investimento che capitalizzano le risorse e l’esperienza di Advent: internazionalizzazione (società che operano a livello internazionale o cercano di espandersi in tal senso); riorganizzazione strategica (società che incrementano i propri utili tramite rifocalizzazione sulle competenze core); settori a forte crescita (società che sfruttano al meglio la crescita organica del mercato o i nuovi modelli di prodotto/servizio). Come per il fondo precedente, il team di GPEVI avrà come obiettivo la crescita degli utili delle società in portafoglio attraverso miglioramenti operativi, riposizionamento strategico ed espansione nel mercato di riferimento, sia a livello locale che internazionale. I settori target rimangono i business services, inclusi i servizi finanziari; retail, consumer e leisure;,healthcare; tecnologia, media e telecom; industria.

Steve Tadler, Presidente del Comitato Esecutivo di Advent, ha commentato: “La nostra strategia, che si concentra sui fondamentali e sulla crescita della redditività delle società in portafoglio, ha confermato la propria efficacia per oltre 20 anni nel corso di diversi cicli economici e finanziari, ed in molteplici settori e aree geografiche, riscuotendo l’apprezzamento dei nostri investitori. Oggi come in passato non siamo legati all’ingegneria finanziaria per generare rendimenti, il che assume particolare importanza per gli investitori in uno scenario turbolento come quello attuale.”

Francesco De Giglio, Amministratore Delegato di Advent in Italia, ha commentato: “Il successo rappresentato dalla raccolta di GPE VI conferma l’apprezzamento degli investitori per la strategia perseguita da Advent e per i risultati sin qui realizzati. Anche se il nostro team rimarrà focalizzato sul segmento di mid-market, l’incremento dei fondi gestiti ci consentirà di aumentare – qualora necessario - le risorse destinate ad ogni singolo investimento e di dare un contributo ancora maggiore per lo sviluppo delle società nelle quali investiremo”

Il programma GPE ha realizzato rendimenti costanti e significativi per cinque generazioni di fondi e attraverso numerosi cicli economici e di private equity. Il track record di 18 anni vanta un’ eccellente storia di realizzazioni, con 136 disinvestimenti totali e parziali su un totale di 159 investimenti dal 1989.

Complessivamente, 160 investitori hanno partecipato al fondo GPE VI, che ha ricevuto un forte supporto dagli attuali investitori di Advent, che hanno sottoscritto circa i due terzi del capitale totale. Nuovi investitori si sono uniti a queste istituzioni per raggiungere un hard cap di €6,6 miliardi. A livello geografico, il 42% del capitale è stato raccolto in Nord America, il 41% in Europa, l’11% in Asia Pacifico e il 6% in Medio Oriente.

Gli otto principali investitori per capitale sottoscritto sono Canada Pension Plan Investment Board, GIC Special Investments, AlpInvest Partners, Pantheon, California State Teachers’ Retirement System, SL Capital Partners LLP (precedentemente Standard Life Investments Private Equity Ltd), Universities Superannuation Scheme e Partners Group .

Note per la stampa
Advent International
Fondata nel 1984, Advent International è una delle principali società di buyout del mondo, con uffici in 15 paesi in quattro continenti. Da più di due decenni protagonista del mercato private equity internazionale, Advent ha dato vita ad una piattaforma globale senza pari che comprende oltre 115 professionisti in Europa occidentale e centrale, America del Nord, America Latina e Asia. La società si focalizza sulle opportunità di crescita e su ristrutturazioni strategiche cross-border in cinque settori principali, utilizzando un approccio gestionale attivo con l’obiettivo di incrementare i profitti delle società in portafoglio. Dall’inizio della sua attività, Advent ha raccolto 23 miliardi di dollari in capitali di private equity ed ha portato a termine più di 200 operazioni di buyout e private equity per oltre 36 miliardi di dollari in 35 Paesi. Per maggiori informazioni, visitare il sito www.adventinternational.com.

Advent in Italia
I più recenti investimenti realizzati da Advent in Italia comprendono Worldby.com, operatore italiano di prenotazioni alberghiere online, attraverso la controllata Venere.com, società leader nel settore delle prenotazioni alberghiere online; Gruppo Argenta, uno dei maggiori operatori italiani nel vending che ha acquisito Cafebon a fine 2006; AVIP, il primo gruppo indipendente di pubblicità esterna in Italia. Precedenti investimenti comprendono Mirabilandia, uno dei principali parchi di divertimento in Italia, acquisita da Parques Reunidos, società internazionale del settore leisure di cui Advent era il maggiore azionista; Italtel, il primo fornitore in Italia di apparati di telecomunicazioni; Marr, leader in Italia nella distribuzione alimentare al foodservice e al door to door; e Esaote Biomedica, uno dei primi produttori e distributori al mondo di strumenti e attrezzature mediche. Il team italiano di Advent è composto da Francesco de Giglio, (amministratore delegato), Filippo de Vecchi e Giovanni Galasso (Directors),  Roberto Torrini (Assistant Director) e Francesco Casiraghi (Associate).

Conversione Euro-Dollaro
• L’equivalente in dollari US per le cifre in euro riportate nel comunicato si riferisce al cambio di $1,5684 per euro in data 2 aprile 2008.
• GPE VI si focalizzerà su società con enterprise value compresa tra i $300 milioni e $1,5 miliardi, e occasionalmente di valore superiore .
• GPE VI ha superato di oltre il 30% il target iniziale di capitalizzazione di $7,8 miliardi ed è stato significativamente sottoscritto, raccogliendo interesse da parte degli investitori per oltre $15 miliardi.

Questo comunicato è concepito ad uso esclusivo della stampa finanziaria e non è destinato alla distribuzione ad altri soggetti ed entità. Non rappresenta un’offerta o una sollecitazione all’offerta, o un invito o un incitamento all’investimento nei fondi di Advent International. Non è possibile investire in fondi Advent International se non nel rispetto dei termini specificati nel prospetto dei fondi e nella relativa legislazione.

Contacts